Come funziona il ricamo?

Il ricamo in digitale. Con il file grafico (un logo, una scritta o un disegno) da ricamare sul tessuto, si procede con la punciatura, cioè il processo attraverso cui l’immagine digitale viene trasformata in “punti da ricamo”, che vengono inviati a un’apposita macchina ricamatrice per istruirla su come realizzare la lavorazione. La trasformazione del file grafico in “punciato” (che è una sorta di impianto da ricamo) viene realizzata grazie all’utilizzo di un software professionale che stabilisce, in base al materiale su cui applicare il ricamo e alla tipologia di grafica da ricamare, quale percorso utilizzare, i vari tipi di punti, i colori dei filati, i vari comandi da utilizzare (esempio la lunghezza del punto, la densità, la velocità, ecc.).

La qualità del risultato finale dipende da vari fattori, come la qualità del tessuto, i filati utilizzati, il tiraggio. Per questo motivo, oltre ai software utilizzati, gioca un ruolo fondamentale anche l’abilità del punciatore. Come un abile artigiano il punciatore deve tenere conto di tutte queste variabili per impostare al meglio la macchina da (definendo modalità e tempi di esecuzione, contorni, riempimento, …) e al tempo stesso deve essere bravo ad eseguire il tiraggio del tessuto da ricamare, in modo che non presenti pieghe o imperfezioni.

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

 

APPROFITTA DELLA SPEDIZIONE GRATUITA

Iscriviti alla newsletter e avrai diritto alla SPEDIZIONE GRATIS sul tuo prossimo acquisto. Rimani informato sulle NOVITÀ e sulle OFFERTE di PrintPront.

Per maggiori info scrivici una mail

Grande! Ti sei appena iscritto/a alla newsletter di PrintPront. Ricordati di controllare la casella di posta elettronica.

Pin It on Pinterest

Shares